S. Teresa di Riva. Si è dimesso l’assessore al Patrimonio Carmelo Lombardo (Fli)

S. TERESA – Si è dimesso questo pomeriggio l’assessore comunale al Patrimonio Carmelo Lombardo (Fli). Una decisione che segna la fine dei rapporti tra l’Amministrazione Morabito e il gruppo di “Fli”. Già nei giorni scorsi i quattro fedelissimi dell’on. Carmelo Briguglio in Consiglio comunale, Roberto Moschella, Filippo Miano, Giuseppe Sturiale e Salvatore Bucalo, avevano assunto una posizione “equidistante” da maggioranza e minoranza. Fine della storia, dunque, tra Morabito e “Fli”.

Ecco il testo integrale della lettera di dimissioni consegnata oggi da Carmelo Lombardo al sindaco Alberto Morabito:

Gentile Sig. Sindaco,
quando mi è stato chiesto di entrare a far parte della Giunta da Lei presieduta,  ho ritenuto la cosa un po’ inusuale, in virtù del fatto che tecnicamente non ero stato designato membro dell’organo né ero stato candidato alla carica di Consigliere Comunale, ma al tempo stesso la cosa mi inorgogliva. Non posso non affermare di essere stato comunque parte integrante e sostanziale di questa coalizione, contribuendovi in prima persona.

Con dispiacere ma con ferma convinzione mi accingo a rassegnare le dimissioni dall’incarico che ho svolto con dedizione e spirito di servizio.
Questa decisione, non facile,  è stata maturata a lungo ed è stata portata a conoscenza del gruppo politico da me rappresentato e  verso il quale  esprimo stima e gratitudine (gruppo FLI dell’ On. Briguglio, dell’On. Currenti e dei Consiglieri Comunali Bucalo, Miano, Moschella e Sturiale). Stima e gratitudine che esprimo anche nei Suoi confronti e di tutti i colleghi Assessori nonché i componenti del Consiglio Comunale sia di maggioranza che di opposizione.
Amo il mio paese, credo nella responsabilità di chi amministra, pretendo che la cosa pubblica sia assolutamente efficiente, protagonista e competitiva. Vorrei un comune che fosse traino dello sviluppo economico – anche comprensoriale – e che per fare ciò puntasse sui giovani e sulle donne.  Un comune in cui non vi siano scontri, sterili conflitti e propaganda, ma semplicemente ispirato e volto all’interesse preminente dei cittadini e dei nostri figli.
Voglio sincerare di avere lavorato con grande motivazione ed in sintonia con gli organi politici ed amministrativi dell’Ente, ma l’idea di gestione della cosa pubblica in me rappresentata è lontana dall’esperienza compiuta.
Rassegno pertanto le mie dimissioni augurandole di svolgere nel migliore dei modi il delicatissimo ufficio che riveste.

S. Teresa di Riva, 03/06/2011                            Con stima
                                                                          Carmelo Lombardo

 

 

Leave a Response