S. Teresa. Il Pd a confronto con il sindaco Morabito, consegnato un elenco di priorità da affrontare

S. TERESA DI RIVA – Un confronto a 360° sulle cose fatte e su quelle da fare. Sono tanti gli argomenti discussi nel corso dell’incontro tra i dirigenti del circolo cittadino del Partito Democratico e il sindaco Alberto Morabito. Dalla trasparenza amministrativa allo Statuto comunale, dall’impegno per rivitalizzare le frazioni al potenziamento della differenziata. Il Pd era rappresentato dal segretario del circolo, Angelo Casablanca, dall’assessore alle Attività produttive, Paola Rifatto, e dal consigliere comunale Pablo Spadaro. “E’ stato un incontro positivo – ha commentato Angelo Casablanca – che è servito, oltre che a ribadire il contributo costruttivo e propositivo del nostro circolo, a confermare anche l’impegno ed il sostegno all’Amministrazione Morabito. Parecchie cose – ha aggiunto Casablanca – nel corso della legislatura sono state portate a compimento con il concreto contributo del Pd, come il recente riconoscimento del Centro Commerciale Naturale e lo Sportello Telematico per le Imprese, però altro può essere ancora fatto utilizzando pienamente l’ultimo anno di amministrazione nell’interesse primario dei cittadini”. A tal proposito il Pd ha consegnato al sindaco Morabito un documento contenente punti politico-programmatici, altri obiettivi e segnalazioni di priorità da affrontare nell’ultimo anno di legislatura. Al primo punto è stata ribadita la necessita di  una maggiore trasparenza ed efficienza degli uffici comunali, soprattutto alla luce del recente decreto legge varato dal Governo regionale riguardante le disposizioni per la trasparenza, semplificazione ed efficienza della Pubblica amministrazione. Un decreto che ha soppresso le commissioni edilizie comunali. “Alla luce di ciò – ha sottolineato il Pd – è opportuno procedere ad una seria e razionale organizzazione dell’Ufficio tecnico comunale, che dovrà essere in grado di dare risposte certe nei tempi e nei modi a tutti i cittadini”. Inoltre è stata sollecitata la costituzione dell’Urp e la predisposizione dell’Albo degli Avvocati “per consentire a tutte le professionalità presenti nel Comune di poter esprimere le proprie potenzialità”.

Leave a Response