S. Teresa. Scontro sull’ex chiesa di Misserio, il consigliere Chillemi si dimette dal comitato parrocchiale

S. TERESA – “Pregiatissimo sacerdote don Carmelo Mantarro le scrivo queste poche righe mio malgrado per comunicarle e ufficializzare le mie immediate dimissioni da membro del comitato parrocchiale che ci vede impegnati da diversi anni per la comunità di Misserio”. Inizia così la lettera di dimissioni scritta dal consigliere comunale Vittorio Chillemi. Un gesto clamoroso dettato dalla mancata firma da parte del parroco di Misserio sull’atto di cessione dell’ex chiesa al Comune, che ha in programma di demolirla e realizzare al suo posto un’area a verde polifunzionale destinata  ai ragazzi della frazione collinare santateresina. “Sono arrivato a questa spiacevole decisione – scrive Vittorio Chillemi – visto il suo comportamento, non solo nei miei confronti, ma soprattutto nei confronti di tutta la comunità riguardo lo stato della sconsacrata chiesa vecchia, che comporta una situazione di grave pericolo per l’incolumità della gente. Lei sa benissimo – prosegue Chillemi – che per mettere in sicurezza il fatiscente immobile manca solo la sua firma, come legale rappresentante della parrocchia, visto che siamo in possesso di tutte le autorizzazioni dei vari enti e anche dalla Curia. E’ stato preso un impegno preciso con i cittadini da parte dell’amministrazione comunale – aggiunge il consigliere Vittorio Chillemi – e lei era presente. Visto che ancor oggi viene a mancare la sua firma per la messa in sicurezza mi corre l’obbligo, per il ruolo politico che ricopro da amministratore e rappresentante delle frazioni, ma soprattutto da cittadino, prendere le distanze dal suo pensiero in merito. Per qualsiasi confronto – conclude Chillemi – sono e rimango a sua disposizione”. Un colpo di scena in una vicenda che sembrava ormai orientata verso una rapida soluzione. Da una parte c’è la necessità di demolire un immobile ormai vecchio e pericoloso, le cui condizioni strutturali si sono particolarmente aggravate durante le ultime piogge. Dall’altra c’è la possibilità di realizzare una struttura realmente utile per la comunità di Misserio. In mezzo, una firma che tarda ad arrivare.

Leave a Response