Fiumedinisi. Mozione respinta su debiti fuori bilancio e aumento delle tasse, l’opposizione abbandona l’aula

FIUMEDINISI – Debiti fuori bilancio ritenuti sproporzionati (con riferimento ai danni alluvionali del 2009 e del 2010); mutui già contratti per il corrente anno pari a 2 milioni ed altri quattro in programma da accendere ed aumenti delle tasse e dei servizi comunali: Tarsu (del 100%), consumi idrici e mensa scolastica (del 92%). E’ quanto sostiene il capogruppo di minoranza consiliare al Comune di Fiumedinisi Francesco Repici facendo riferimento ad una mozione presentata nell’ultima seduta del Consiglio comunale, firmata anche da Antonino Maisano, Gaetano Ricca, Orazio De Francesco e Luigi Caminiti. La maggioranza ha respinto la mozione con la richiesta di rinviare alcuni punti all’ordine del giorno riguardanti la rendicontazione e la programmazione economico-finanziaria; i consiglieri di opposizione hanno abbandonato l’aula. Ribadendo che  a loro avviso “la gestione della cosa pubblica fiumedinisana appare confusionaria e alimentata da una volontà irrazionale di raggiungere, costi quel che costi, l’insano primato di reperire finanziamenti pubblici che non portano ricchezza, ma che conducono al fallimento”. Senza che vi sia “traccia di una politica finalizzata ad uno sviluppo sostenibile del nostro territorio”. Infine nella mozione viene tirato in ballo il rapporto “tra Fenapi e Comune” sul quale vengono chiesti chiarimenti.

Leave a Response