Fiumedinisi. Metanizzazione, rinviata la firma del contratto

FIUMEDINISI – Rinviata di una settimana la stipula del contratto con il consorzio di imprese romano che si è aggiudicato i lavori per la realizzazione della rete metanifera nell’hinternad jonico messinese, che abbraccia quindici Comuni, da Scaletta Zanclea a S. Alessio Siculo. L’appuntamento, fissato per ieri pomeriggio a Fiumedinisi, sede del Comune capofila, è slittato per l’approfondimento di alcune clausole contrattuali. Il rinvio della firma è stato concordato tra le parti per lunedì prossimo alle 16, sempre a Fiumedinisi. L’opera, attesa da 30 anni, interessa i Comuni di Alì, Alì Terme, Antillo, Casalvecchio, Fiumedinisi,   Furci, Itala,  Mandanici, Nizza, Pagliara, Roccalumera, S. Alessio, Savoca, Scaletta e S. Teresa di Riva. Gli amministratori, poco meno di due anni fa, hanno deciso congiuntamente di partecipare al grande progetto previsto da una circolare, del maggio 2009, dell’assessorato regionale alla Industria, sottoscrivendo la convenzione per la costituzione del bacino “Sicilia Jonico Peloritano”. La rete principale da realizzare avrà una estensione di circa 75 chilometri.

Leave a Response