Messina. Per sfuggire all’arresto marocchino si getta in mare, salvato dai carabinieri

MESSINA – Per evitare di essere arrestato si getta in mare ma rischia di annegare e viene tratto in salvo dai carabinieri. E’ successo a Messina.  A finire in manette il marocchino Abdelhak Atiq, 37 anni, con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione e vendita di audiovisivi  contraffatti. I carabinieri lo avevano notato mentre vendeva cd e dvd falsi all’imbarco dei traghetti nella rada di San Francesco.
L’uomo alla vista dei carabinieri è scappato sulla spiaggia e poi si è tuffato in mare ma a causa della temperatura dell’acqua ha accusato un malore e ha chiesto aiuto. È stato soccorso e trasportato in ospedale dagli stessi militari dell’Arma. All’extracomunitario i medici hanno diagnosticato un principio di assideramento.

Leave a Response