Messina. Estorsione e violenza privata, 32enne dovrà scontare 6 mesi di reclusione

MESSINA – I carabinieri della Compagnia di Messina Sud ed in particolare quelli della stazione di Bordonaro, in ottemperanza ad un provvedimento di carcerazione emesso dal Tribunale di Messina, hanno arrestato Giuseppe Spartà, 32 anni. Spartà è stato ritenuto responsabile dei reati di estorsione, violenza privata e violazione di domicilio commessi a Messina dal mese di dicembre 2006 al mese di febbraio 2007 e per i quali dovrà scontare la pena residua di 6 mesi di reclusione. L’uomo, dopo le formalità di rito, è stato quindi accompagnato presso il carcere di Messina-Gazzi.

Leave a Response