S. Teresa. Non riparato muro d’argine lungo il torrente Savoca. C’è il rischio esondazione

S. TERESA – Non è stato ancora ripristinato il muro d’argine del torrente Savoca crollato lo scorso 3 novembre a causa di una piena del corso d’acqua. Il consigliere provinciale Matteo Francilia, considerata la situazione di grave pericolo per chi transita quotidianamente sulla Sp23, all’altezza della frazione Giardino, ha inviato una nota al presidente della Provincia, Nanni Ricevuto, all’assessore ai Lavori pubblici, Lino Monea e al dirigente della viabilità provinciale, Giuseppe Celi. Nella nota viene messo in evidenza il carattere d’urgenza del tipo di intervento, considerato il pericolo di nuove inondazioni che potrebbero mettere a serio rischio l’incolumità dei cittadini di Santa Teresa di Riva. Francilia ha chiesto all’amministrazione provinciale di farsi carico della questione e di chiamare in causa anche il Genio Civile che, a suo dire, avrebbe delle specifiche competenze in merito. “Sono passati quasi due mesi dall’accaduto e da allora non è cambiato nulla – sottolinea Francilia -,  il Genio Civile già il 3 novembre scorso si era assunto l’impegno di ripristinare il muro d’argine crollato ma ad oggi non è stato fatto alcun tipo di intervento. Ciascun ente deve assumersi le proprie responsabilità – conclude Francilia – è necessario un intervento immediato per scongiurare che il torrente Savoca invada il centro abitato di Santa Teresa”.

Leave a Response