Roccalumera. La nuova piazza di via Piccolo Torrente Pagliara sarà intitolata all’Unità d’Italia

ROCCALUMERA – Si moltiplicano nella riviera jonica le iniziative per celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Dopo il programma varato da Archeoclub, sezione Area Jonica, che ha già previsto una serie di convegni ed eventi, è adesso il turno dell’Amministrazione comunale di Roccalumera che sta organizzando per la prossima primavera un’iniziativa che coinvolgerà tutte le Regioni italiane. L’idea nasce dai lavori che a breve interesseranno lo slargo di via Piccolo Torrente Pagliara. “La piazza che sorgerà – spiega il sindaco Gianni Miasi – sarà intitolata all’Unione Europea visto che noi siamo e lo saremo sempre europeisti convinti. Da qui – aggiunge Miasi – si dipanerà un viale che a breve, tra uno o al massimo due mesi, sarà collegato con la Statale 114. E’ nostra intenzione intitolarlo all’Unità d’Italia, considerato che siamo tra quelli che credono in un’Italia una, unità e indivisibile, sia pure nelle autonomie regionali. Ho già scritto – prosegue il primo cittadino – a tutti i presidenti delle Regioni italiane chiedono loro di inviarci una bandiera della loro Regione in modo tale da poterla installare lungo il viale. Lo stesso ho fatto con gli ambasciatori dei vari Stati che compongono l’Unione Europea. Piazza e strada – conclude Miasi – saranno intitolate nel corso di una solenne cerimonia alla quale, se arriverà il giusto finanziamento, inviteremo di comune accordo con la dirigente scolastica, Enza Interdonato, una scuola in rappresentanza di ogni Regione italiana”. La manifestazione dovrebbe tenersi durante la prossima primavera. Intanto c’è da realizzare i lavori. La strada è quasi ultimata e rimane solo da completare l’ultimo tratto, quello di raccordo con la Ss114, nei pressi dello svincolo dell’A18. Sarà una valvola di sfoga importante per una quartiere oggetto di una notevole espansione edilizia negli ultimi anni. La piazza, invece, sarà realizzata attraverso un cantiere di lavoro finanziato dalla Regione. I lavori dovrebbe iniziare nel mese di febbraio.

Leave a Response