In Sicilia un Corpo integrato di polizia locale, completato l’esame del disegno di legge

PALERMO – La Commissione legislativa “Affari Istituzionali” dell’Assemblea regionale siciliana, ha completato l’esame del disegno di legge in materia di politiche per la sicurezza locale e ordinamento della polizia amministrativa locale. Il disegno di legge, che era stato approvato dalla giunta regionale lo scorso febbraio, su proposta dell’assessore per le Autonomie locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici, e’ stato inviato al Comitato per la qualita’ delle leggi e alla Commissione Bilancio per i pareri di competenza, per poi esser trasmesso in Aula.
Il provvedimento prevede l’istituzione, presso l’assessorato delle Autonomie locali, dell’Ispettorato regionale per la polizia locale, con compiti di indirizzo, programmazione, controllo e coordinamento, anche operativo, rispetto ai vari corpi di polizia locale. L’ufficio sara’ anche il terminale di un numero telefonico unico per l’accesso alla polizia locale su tutto il territorio regionale, assicurando cosi’ un’immediata e tempestiva gestione anche di eventuali situazioni di emergenza.
“L’obiettivo del disegno di legge – spiega l’assessore Chinnici – e’ quello di costituire un sistema integrato di sicurezza su l’intero territorio siciliano, mediante una gestione coordinata e omogenea di tutti i corpi di polizia provinciale e comunale, per garantire un efficace, efficiente e adeguato controllo del territorio e concorrere alla salvaguardia dei diritti di sicurezza dei cittadini”.
Altro aspetto qualificante e’ la sostituzione del vecchio “Centro regionale di formazione della polizia municipale” con un nuovo e diverso organismo, denominato “Centro regionale di formazione della polizia locale”. Il nuovo centro ha compiti completamente innovativi, rispetto al precedente, in materia di formazione, qualificazione e aggiornamento professionale.
“In questo modo – aggiunge l’assessore – si potra’ potenziare il sistema di formazione del personale che contribuira’ a migliorare la qualita’ dei servizi nei confronti dei cittadini e, nel contempo, costituira’ arricchimento professionale per le forze di polizia locale”.
Prevista anche l’istituzione di un elenco dei comandanti della polizia locale su base regionale dal quale le amministrazioni dovranno attingere per il conferimento dei relativi incarichi.

Leave a Response