Nizza di Sicilia. Il circolo del Pd: “Ai sindaci non interessa più l’Unione del Nisi”

NIZZA DI SICILIA – “Quanto sta accadendo in merito alla costituzione dell’Unione Valle Del Nisi-Area delle Terme dimostra quanto andiamo ripetendo ormai da oltre un anno e cioè che i sindaci di Nizza di Sicilia, di Fiumedinisi e di Alì Terme hanno abbandonato il progetto dell’Unione”, così Francesco D’Amico, coordinatore del Circolo del PD di Nizza di Sicilia.
“E’ di alcuni giorni fa la notizia che i Consigli comunali di due dei tre Comuni proponenti dovranno ri-iniziare l’iter per l’approvazione dello Statuto – continua D’Amico – accumulando ulteriori ritardi. Chiediamo al sindaco Di Tommaso di convocare al più presto un assemblea pubblica con i nostri concittadini per fare il punto sulla politica comprensoriale che
l’Amministrazione Comunale sta perseguendo, sull’Unione del Nisi, sull’esistenza o meno di progetti e programmi comprensoriali”.
“Al danno di non avere ancora costituito l’Unione dei Comuni – conclude D’Amico – si aggiunge la beffa del finanziamento di 169.000 euro che l’Assessorato agli Enti Locali della Regione Sicilia ha deliberato in favore dell’Unione Valle del Nisi-Area delle Terme, nonostante ancora non sono stati costituiti gli Organi dell’Unione e quindi manca l’organo di controllo e programmazione delle spese. Non vorremmo che i soldi di tutti noi finiscano in onorari e consulenze che certamente non servono allo sviluppo del nostro martoriato ed abbandonato comprensorio. Chiediamo al sindaco Di Tommaso di vigilare sugli interessi dei cittadini di Nizza di Sicilia e, se si ravviseranno i presupposti, chiederemo all’Assessore Regionale agli Enti Locali la nomina di un commissario”.

Leave a Response