Messina. Rinvenuti in un manufatto a Maregrosso 150 chilogrammi di rame trafugati dalle Ferrovie

MESSINA  – Nel corso di programmate opere di demolizione di un capannone, nella zona di Maregrosso, sono stati scoperti all’interno del manufatto da abbattere, numerose matasse di cavi per oltre 150 chilogrammi di rame, utilizzati nel sistema di connessione elettrica delle rotaie e degli apparecchi dei binari ferroviari. Nel luogo ove il personale comunale insieme agli uomini della Guardia costiera, hanno effettuato la scoperta del materiale di probabile provenienza furtiva, sono stati ritrovati anche indumenti abbandonati. L’assessore al waterfront, Pippo Isgrò, ha informato i responsabili delle Ferrovie dello Stato che sono già intervenuti per il recupero del materiale trafugato. Il rame è ormai considerato l’oro rosso del nuovo secolo con quotazioni della preziosa lega ,che aumentano costantemente in proporzione al prezzo di mercato. Il rame è ricercato soprattutto nei paesi dell’Est, dove il processo di ristrutturazione e reindustrializzazione richiede una grandissima quantità di materie prime, che spesso non sono facilmente reperibili.

Leave a Response