Giardini Naxos. Rinascita naxiota chiede l’istituzione della Consulta giovanile

GIARDINI NAXOS – Continua l’attività dell’associazione culturale Rinascita Naxiota che un mese fa circa ha partecipato ai lavori della commissione che si occupa dei regolamenti, per la creazione della Consulta dei giovani. “Abbiamo inoltrato – ha spiegato il presidente Luca Buzzurro – una richiesta all’amministrazione comunale affinché attivasse quelle procedure necessarie per la costituzione della consulta giovanile e nel più breve tempo possibile l’iter è arrivato in commissione per essere approvato e successivamente dovrà essere inviato al consiglio comunale che lo renderà esecutivo. L’augurio – continua Buzzurro – è che la Consulta possa essere costituita e resa operativa al più presto perché Giardini Naxos è un paese dove la condizione giovanile paga per l’assenza di un organo fondamentale come quello della consulta giovanile che fungerebbe da collegamento tra i giovani e la politica. La Consulta Giovanile dovrà essere aperta ai giovani, uomini e donne, e a tutte le realtà giovanili organizzate sul territorio che desiderino farne parte. In un momento in cui la realtà giovanile è in continuo movimento e le problematiche che la riguardano sono molteplici e complesse, l’Amministrazione Comunale di Giardini Naxos riterrà fondamentale il momento di confronto, ed istituzionalizzerà così un luogo specifico dove i giovani potranno avere la parola sui problemi riguardanti il Comune, assicurando così una formazione alla vita democratica ed alla gestione della vita cittadina. Obiettivo – prosegue Buzzurro – sarà costituire un luogo privilegiato di confronto e dibattito democratico ove raccogliere, da un lato, sollecitazioni e proposte su tutto ciò che può riguardare la condizione giovanile per poi riportarlo al Consiglio Comunale e, dall’altro come momento di ricaduta delle iniziative nell’ambito della realtà giovanile locale. Per questo motivo – conclude il presidente di Rinascita Naxiota – la Consulta Giovanile sarà il primo punto di riferimento dell’Amministrazione comunale per quanto riguarda il rapporto con la realtà giovanile locale. Ciò farà si che la Consulta potrà davvero avere potere propositivo in materia di interventi a favore dei giovani, nei confronti del Consiglio Comunale. Sono molte le associazioni giovanili che operano nel nostro territorio e l’auspicio è quello di poterle vedere un giorno tutte insieme dentro la consulta”.

Leave a Response