Roccalumera. La minoranza: “1200 abitazioni in zona A rischiano di rimanere… ingessate”

ROCCALUMERA – Si riaccende il dibattito politico sulla “Zona A” di Roccalumera, l’area indicata nel Piano regolatore generale approvato sette anni addietro come Centro storico e sulla quale insistono circa 1200 abitazioni. Sulla delicata questione sono intervenuti i consiglieri del gruppo di minoranza, attraverso una lettera aperta in cui si cita l’esito della valutazione da parte della Regione (nota Arta n° 86207 del 20 novembre 2009). “Ci è sembrato di capire che nella “Zona A” – scrivono i consiglieri – sarebbero possibili solo interventi di manutenzione ordinaria. Sicché tutti gli edifici interessati rimarrebbero ingessati per come avviene dall’approvazione del Prg, dal lontano 2003”. Ma vi sarebbe di più: “Mentre inizialmente era consentita la ristrutturazione, ovvero la parziale demolizione degli edifici, adesso non sarebbe possibile neppure tale attività. Se ne deduce che dopo tanti sforzi economici gravati sulle casse comunali e dopo i numerosi annunci trionfalistici e le tante sedute consiliari la paralisi nella ‘Zona A’ persiste, anzi è peggiorata. E le 1.200 abitazioni come erano, sono rimaste”.

Leave a Response