Scaletta. Fondi pro alluvionati destinati allo scuolabus, Rinaldi (Pd) sollecita un’ispezione amministrativa

SCALETTA – “Un’ ispezione amministrativa nei confronti dell’amministrazione comunale di Scaletta Zanclea per verificare e garantire la legalità nella gestione della pubblica amministrazione”. A chiederla, in un’interrogazione, è il vice capogruppo del Partito Democratico all’Ars, Franco Rinaldi, in seguito alla notizia, riportata dagli organi di stampa, secondo la quale il Consiglio comunale di Scaletta Zanclea avrebbe deliberato di prelevare dal conto corrente “pro alluvionati” la somma da destinare al servizio scuolabus, “non ancora attivato, nonostante l’inizio dell’anno scolastico, a causa della cronica mancanza di fondi nelle casse comunali”.
“Il diverso utilizzo dei fondi destinati all’avvio di attività in favore della popolazione colpita dall’evento alluvionale del 1° ottobre 2009 – scrive Rinaldi –  oltre al presumibile abuso d’ufficio possa costituire anche reato di distrazione di fondi pubblici in favore del comune rappresentato”, in quanto “non rappresenta, infatti,  un servizio esclusivo per gli alluvionati ma un servizio collettivo per tutti gli abitanti di Scaletta Zanclea”.
Rinaldi chiede, inoltre, “diffidare il Comune di Scaletta Zanclea per l’annullamento immediato della delibera adottata a danno della popolazione colpita dall’alluvione”.

Leave a Response