Nizza di Sicilia. Scuola elementare, sollecitati interventi di manutenzione

NIZZA DI SICILIA – Mimma Brigandì, consigliere comunale indipendente di Nizza di Sicilia, ha scritto al sindaco, Giuseppe Di Tommaso, al responsabile dei servizi scolastici, il geometra Salvatore Isaja e al geometra Rosario Porto in qualità di rup (responsabile unico del procedimento) durante i recenti lavori di ristrutturazione della scuola elementare, per sollecitare degli interventi manutentivi urgenti nel plesso scolastico. “Tali interventi -evidenzia la Brigandì- vengono inspiegabilmente rinviati dallo scorso anno scolastico, quando sono sati richiesti dal dirigente scolastico, dell’I.C. di Nizza di Sicilia. Infatti, dopo la ristrutturazione del plesso, eseguita in seguito ad un cospicuo finanziamento regionale, sono stati evidenziati, anche dalla sottoscritta,  diversi problemi dovuti alla scarsa esecuzione dei lavori e di conseguenza, anche al non adeguato controllo dell’Amministrazione durante l’esecuzione degli stessi”. Alcuni interventi non più prorogabili, secondo il consigliere comunale, sono ad esempio la sistemazione delle porte d’emergenza e di quelle di alcune aule, che ostacolano il deflusso verso l’esterno degli alunni in caso di pericolo; la revisione del nuovo impianto elettrico mal funzionante; la riparazione delle tapparelle usurate e non sostituite in seguito alla ristrutturazione; il ripristino dello stato dei luoghi di alcune aule-laboratorio; la sistemazione definitiva dell’impianto di riscaldamento, prima dell’arrivo della stagione fredda, in quanto lo scorso anno ci sono sati ritardi nell’aumento della potenza elettrica, necessaria al funzionamento del riscaldamento, e per di più, in  alcune aule  non ha mai funzionato, ecc. “L’anno scolastico è ormai iniziato e i problemi evidenziati dalla scrivente si ripercuotono sul buon andamento didattico e soprattutto sulla sicurezza degli alunni e del personale scolastico, sollecito, pertanto l’Amministrazione ad attivarsi con ogni necessaria urgenza ad attenzionare e risolvere le problematiche evidenziate. Mi riservo, comunque, -conclude la Brigandì- di interrogare ancora l’Amministrazione sulle problematiche ancora irrisolte della Scuola Elementare”.

Leave a Response