Taormina. Sì alla costituenda Fondazione TaoArte, l’assessore regionale Strano: ”Nessuno scontro tra i 4 enti interessati”

Lucia Gaberscek

TAORMINA – Si è svolto questa mattina nell’aula consiliare di Palazzo dei Giurati l’atteso vertice sulla costituenda fondazione Taormina arte. Presente all’incontro l’assessore regionale al turismo Nino Strano, il commissario per la Fondazione, Dora Piazza, oltre al sindaco Mauro Passalacqua,  la giunta e il consiglio comunale. Dopo i saluti del presidente del civico consesso, Eugenio Raneri, è intervenuto il primo cittadino Passalacqua che ha sottolineato, più volte, che non c’è mai stata l’intenzione di estromettere la Regione Sicilia, tra l’atro unico ente finanziatore, dalla Fondazione. Un incontro, quello di oggi, che sembrerebbe essere stato chiarificatore. Scomparsi, se non addirittura negati, i dissapori che hanno portato la questione Taoarte persino sul tavolo del Tar di Catania, tra comune di Taormina, quello di Messina, la Provincia e la Regione. E proprio sul futuro della fondazione e i rapporti tra i quattro enti, l’assessore Strano ha evidenziato come “ non ci siano motivi di contrasto per cui è impensabile che la Regione remi contro Taormina. La nostra – ha chiarito Strano – è una fondazione che continuerà ad avere 4 enti fondatori. Nessuno sarà escluso”. Con una dichiarazione di eterna stima e amicizia tra il primo cittadino Passalacqua e l’assessore Strano, è stata poi la volta del commissario Dora Piazza che ha ribadito come lo statuto della fondazione non sia ancora definitivo, ma sia solo una bozza e che di conseguenza c’è da parte della Regione un’ampia apertura verso eventuali suggerimenti tecnici da parte degli enti interessati. Dunque gli apparenti contrasti e le difficoltà di dialogo tra i ”fondatori” sono inesistenti. Adesso si va d’accordo… sembrerebbe così. Tutto in regola, dunque, per avviare l’iter di costituzione della fondazione TaoArte. Peccato però che stamane a Palazzo dei Giurati non c’erano né rappresentanti della Provincia, né del comune di Messina.      

Leave a Response