A18, da oggi aumenta il pedaggio. Protestano Codacons e Consiglio provinciale

Gianluca Santisi

Da oggi in vigore le nuove tariffe sull’autostrada A18 Messina-Catania. Più che un “ritocco”, come lo ha definito il Cas, sarà una vera e propria mazzata. Qualche esempio? Percorrere l’intera tratta costerà da oggi 4,20 euro, rispetto ai precedenti 3,30 euro. Da Roccalumera a Catania Nord la nuova tariffa è stata portata a 2,80 euro, mentre fino a ieri si pagavano 2,20 euro. È purtroppo questo uno dei primi effetti della manovra finanziaria varata dal Governo che per auto e moto prevede una maggiorazione di 1 millesimo di euro a chilometro. A questa bisogna aggiungere un sovraprezzo di 1 euro che gli utenti dovranno pagare, fino al 31 dicembre 2011, al casello di San Gregorio (Ct). Protestano, ovviamente, cittadini, esponenti politici e associazioni. Contro gli aumenti è sceso in campo il segretario nazionale del Codacons, Francesco Tanasi,  definendoli senza mezze misure “una vera e propria follia”. La questione è finita anche in Consiglio provinciale dove l’esponente dell’Udc, Nino Muscarello, ha chiesto al presidente Nanni Ricevuto di convocare immediatamente i vertici di Cas e Anas. “Il Governo – ha detto Muscarello – aumenta il pedaggio autostradale mentre contestualmente, su tutti gli organi di stampa nazionali e regionali, promette ai cittadini che le tasse non saranno aumentate. Questo è assolutamente inaccettabile perché il livello di sicurezza dell’autostrada A18 è certamente al di sotto della media nazionale, con un manto stradale dissestato, centinaia di buche, gallerie buie e con infiltrazioni costanti di acqua. Da anni – sottolinea ancora Muscarello – il territorio della Provincia di Messina attende tra l’altro la realizzazione degli svincoli di Messina, Ali Terme e Santa Teresa di Riva, ma ad oggi nulla si sa sull’iter burocratico e sulla progettazione definitiva di tali opere, così come sui tempi di realizzazione e sui fondi necessari”. Già nei mesi scorsi il Consiglio provinciale si era espresso sull’argomento con una mozione approvata all’unanimità, con la quale, in assenza delle condizioni minime di sicurezza sull’A18, si chiedeva l’abolizione del pedaggio. Per tutta risposta sono scattati gli aumenti.

Leave a Response