Taormina Film Fest. A lezione di cinema da Emir Kusturica

TAORMINA – Lezione di cinema con tanti applausi quella tenuta stamattina dal regista Emir Kusturica nella Sala A del Palazzo dei Congressi di Taormina, nell’ambito della 56esima edizione del Taormina Film Fest. Alla “master class” del regista, preceduta dalla proiezione del docu-film “Maradona by Kusturica”, incentrato sul campione argentino di calcio, hanno assistito numerosi appassionati di cinema, molti dei quali giovanissimi. “Maradona ha avuto dieci anni difficili – ha spiegato il regista di “Underground” – perché è dovuto sopravvivere a un problema di tossicodipendenza. Io ho giocato a calcio in diverse squadre della Bosnia e quindi da ex calciatore ho capito quest’uomo e lui ha compreso la mia sensibilità nei suoi confronti. Maradona fa finta di essere razionale, davanti alle sue figlie simula di essere intelligente e istruito. Se lui pensa che sia necessario fare del male a un giornalista indiscreto, lo fa senza problemi. Ma l’ex numero 10 del Napoli, in fondo, è un buono. Se un lupo divora una pecora, altre 40 pecore seguiranno il lupo, per i motivi che tutti possiamo immaginare. Gli uomini con il potere assemblano la massa e si fanno seguire, ma Maradona è diverso, non ha mai abusato del suo potere. L’impatto che lui ha sugli altri è quasi di Santità”. Sul cinema di oggi, Kusturica ha sottolineato: “Un film si può girare anche con una cinepresa a mano, ma la qualità non è massima. Purtroppo al giorno d’oggi ci sono tante pellicole di pessima qualità. Il problema sta alla base e bisogna cercare le ragioni nell’altissimo numero dei film girati”.Il Festival prosegue domani, mercoledi 16 giugno, con la proiezione di OFFSIDE di Jafar Panahi alle 10:30 in Sala A per la sezione TAO SPECIAL – INCONTRI SPECIALI. Il film, che ha vinto l’Orso d’Oro al Festival di Berlino nel 2006, racconta, grazie alla metafora del calcio, la continua lotta per la libertà femminile in Iran. Alle 12:00 la sala B del Palazzo dei Congressi ospita la replica dei cortometraggi firmati da giovani autori siciliani del Concorso N.I.C.E., e a seguire nella stessa sala, la Rassegna Brasile presenta Budapest, di Walter Carvalho, una affascinante storia basata sul romanzo del musicista Chico Buarque che prende spunto da un atterraggio di emergenza nell’aeroporto della capitale ungherese. Alle 14:00 in sala A, CAMPUS TAORMINA presenta un incontro con gli attori GIORGIO PASOTTI e DIANE FLERI, moderato dal loro collega, Luca Calvani, in questi giorni nelle sale italiane con la commedia sentimentale La fontana dell’amore di Mark Steven Johnson regista di “Daredevil” e “Ghost Rider”. Alle 15:00, per il Concorso Oltre il Mediterraneo, proiezione di THE CIRCLE – ALDAYRA, del regista esordiente Nawaf Al-Janahi, degli Emirati Arabi Uniti. Per il Concorso Mediterranea, alle 16:00 proiezione in sala A di NOUS TROIS, film francese di un amore clandestino firmato da Renaud Bertrand con Emanuelle Béart, Jacques Gamblin, Stefano Accorsi. Dopo la proiezione, incontro con il regista Betrand e la sceneggiatrice Virginie Chanu. Alle 18:30 sempre la sala A sarà scenario della proiezione del film di Hong Kong di LOVE IN A PUFF – CHI MING YU CHUN GIU, firmato da Pang Ho-CHEUNG.Alle 21:00 presso la sala B del Palazzo dei Congressi per la RASSEGNA SPAGNA proiezione di CASTILLOS DE CARTON di Salvador Garcia Ruiz, triangolo di amicizia e sesso nella Spagna degli anni Ottanta. La consueta, attesa serata nella location del TEATRO ANTICO prevede, con l’attore Luca Calvani, che ha presentato e presenterà tutte le serate del Taormina Film Fest, l’attesa proiezione del film L’IMBROGLIO NEL LENZUOLO, del regista messicano Alfonso Arau, film “meta cinematografico”, ambientato nel sud Italia ai primi del Novecento. Con un ricco cast al seguito, tra cui la protagonista, Maria Grazia Cucinotta e Anne Parillaud, Primo Reggiani, Ernesto Mahieux, Miguel Angel Silvestre, il film viene proiettato al Taormina Film Fest in anteprima mondiale. Durante la serata al TEATRO ANTICO, parteciperà con un intervento canoro la cantante ARISA. Per concludere la giornata, alle ore22:30, in sala B, proiezione di TWO WAY SWITCH – VAVIEN, del Concorso Mediterranea, dei registi turchi Durul e Yagmur Taylan.

Leave a Response