Roccalumera. Cassonetti e “campane” davanti alle panchine del lungomare, è protesta

ROCCALUMERA – “Viviamo in un quartiere abbandonato, in cui le pulizie non si fanno con regolarità. Ad incrementare il degrado ci pensano i gatti randagi che per procurarsi il cibo spargono per le strade i rifiuti depositati nei cassonetti…”.  Le lamentele dei cittadini residenti nelle vie Trappeto, Mirone, Crocifisso, nella piazzetta e nelle attigue viuzze del borgo del pescatore, sono contenute in una interrogazione dei consiglieri di minoranza, indirizzata al vice sindaco e assessore all’Igiene, Rosario Foscolo e agli assessori ai Lavori pubblici Francesco Santisi e al Turismo, Mauro Sparacino. A loro, dopo un sopralluogo, sono stati chiesti chiarimenti in merito alla “presenza, in costante aumento, di gatti randagi che a causa dei loro escrementi hanno prodotto seri problemi di ordine igienico-sanitario oltre ai danni provocati alle carrozzerie delle auto in sosta prese di mira dai felini, ormai piene di graffi”.  Il capogruppo di minoranza, Giuseppe Campagna, si è poi chiesto come è possibile che i cassonetti per i rifiuti e le campane per la raccolta differenziata siano stati posizionati dinnanzi alle panchine utilizzate dagli abitanti della zona e dai villeggianti, soprattutto nel periodo estivo. Nelle immediate vicinanze – aggiunge – è stata riscontrata in più occasioni la fuoriuscita di liquami che invadendo l’arenile rendono l’aria irrespirabile. Altro che Comune turistico…”. Contestualmente viene evidenziato che gli abitanti del vecchio borgo dei pescatori con tanta pazienza provvedono a tenere pulite le zone antistanti l’uscio delle proprie case “scongiurando più gravi conseguenze igienico-sanitarie”.   Il capogruppo tiene poi a precisare che “i consiglieri di minoranza non sono certamente felici quando simili circostanze, che riguardano il nostro paese, sono rese pubbliche. Ma questa è l’unica possibilità che abbiamo affinché i problemi vengano risolti. I cittadini, infatti, in più occasioni avevano segnalato all’amministrazione comunale la situazione di degrado del piccolo borgo dei pescatori”. I consiglieri di minoranza intendono sapere dagli assessori se sono stati adottati “idonei provvedimenti per risolvere le gravi problematiche sollevate o, in caso contrario, se non ritengano di adottarli con la massima urgenza considerato che gli argomenti in questione attengono, per molti aspetti, a tematiche di ordine igienico-sanitario particolarmente rilevanti”.

Leave a Response