Messina. Dieci giovani indagati per associazione a delinquere, traffavano su Internet utenti-compratori

MESSINA – Il sostituto procuratore, Francesca Ciranna, ha iscritto nel registro degli indagati dieci giovani di Messina con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alle truffa. I giovani mettevano in vendita prodotti per telefonia nei più conosciuti siti di aste on line del web a prezzi convenienti che richiamavano l’attenzione di utenti di ogni parte d’Italia. Gli acquirenti però non ricevevano poi i prodotti acquistati. L’indagine è iniziata a luglio dell’anno scorso quando erano state presentate le prime denunce. La Guardia di Finanza ha quindi fatto luce su un centinaio di truffe. Gli indagati sono tutti giovani residenti nel quartiere Bordonaro a Messina e hanno fra i 20 ed i 22 anni, ma ci sono anche tre minori. Si tratta di studenti e disoccupati. Nella perquisizioni domiciliari i finanzieri hanno sequestrato carte post pay, schede sim, computer, cellulari e  denaro.

Leave a Response