Taormina. Ospedale S. Vincenzo, avviato progetto di ”clown terapia”

TAORMINA – Avviato il progetto di clown terapia finanziato dal dipartimento delle Pari opportunità, all’Asofa. (associazione di solidarietà familiare) di Gaggi, che vedrà impegnati 30 volontari, insieme a dottori, infermieri ed esperti, i quali  lavoreranno con i bambini ricoverati nei reparti di Pediatria, Cardiologia e Rianimazione pediatrica dell’ospedale “San Vincenzo” di Taormina. Le attività progettuali, articolate su un apposito progetto scientifico e vigilate da un comitato etico composto, tra gli altri, dai primari dei reparti suddetti,  avranno durata di 12 mesi e si svolgeranno dal lunedì al venerdì. Coinvolte anche istituzioni pubbliche, università, società scientifiche e associazioni di volontariato.  Ufficiale anche la collaborazione dell’ospedale pediatrico “Meyer” di Firenze, uno dei centri più rinomati nell’ambito dell’applicazione della clownterapia in Italia. Scopo del progetto è creare attorno ai bambini e alle famiglie un clima positivo e accogliente, capace di far superare le difficoltà della malattia. In particolare, si vogliono introdurre le tecniche non farmacologiche di comicità per il controllo del dolore e dell’ansia del bambino sottoposto a procedure mediche più o meno invasive. I clown operatori (clown dottori, psicologi, attori, volontari), utilizzeranno varie arti: umorismo, improvvisazione, prestidigitazione, marionette, musica. Il tutto comprenderà anche attività ludiche e pedagogiche, laboratori della favola, della musica e del teatro, il muro del pensiero, attività manipolative, costruttive e grafico-pittoriche. Nel corso dell’anno saranno organizzate inoltre conferenze, convegni, meeting, iniziative artistiche, laboratori di animazione e una festa del sorriso, con l’obiettivo di aggregare e far socializzare  bambini, genitori, medici e volontari. Le attività in corsia verranno avviate il 10 giugno prossimo. 

Leave a Response