Messina. Arrestato il direttore dell’ufficio postale di Giampilieri, avrebbe truffato 600 euro a un pensionato

MESSINA – I carabinieri hanno arrestato, in esecuzione di un provvedimento emesso dal Gip, il responsabile dell’ufficio postale del villaggio Giampilieri Marina di Messina che, adducendo malfunzionamenti del Bancomat, tratteneva indebitamente denaro dal conto corrente di un anziano pensionato di Giampilieri. L’arrestato è Gaetano Briguglio, 61 anni, residente ad  Alì Terme nel quartiere Mastroguglielmo. Il sessantunenne si sarebbe impossessato di almeno 600 euro. Ad accorgersene del raggiro è stato lo stesso pensionato che ha denunciato ai carabinieri le stranezze riscontrate sul suo conto corrente aperto presso la Posta di Giampilieri Marina. I militari, grazie alla collaborazione delle Poste, hanno piazzato nell’ufficio Pt due telecamere, che hanno permesso di svelare il raggiro. In pratica Briguglio, quando il pensionato si recava allo sportello per effettuare operazioni di prelievo sul proprio conto con la carta bancomat, dopo la prima “strisciata” lamentava guasti al sistema e chiedeva al correntista di ridigitare il codice perché l’operazione andasse a buon fine. Alla fine autorizzava soltanto la seconda operazione, prelevando dalla prima transazione, in realtà regolarmente effettuata e conclusa, la somma di circa 100 euro o comunque un importo inferiore a quello prelevato dal pensionato. Sei gli episodi scoperti dai carabinieri della Compagnia Messina sud, che ora stanno verificando se il direttore si è impossessato di ulteriori somme di denaro prelevate dai conti di altri correntisti. A Briguglio, accusato di indebito utilizzo di carte di credito, sono stati concessi i domiciliari. 

Leave a Response