Messina. Ucciso a fucilate sotto gli occhi del figlio di 3 anni l’avv. Antonio Fazio: a sparargli l’ex suocero. Una vendetta epilogo di dissapori familiari. L’omicida si è costituito

MSSINA – Un avvocato messinese, Antonio Fazio, 42 anni, è stato ucciso stasera con due fucilate poco dopo le 19 in via Santa Placida, angolo via Maria dell’Arco. A sparargli alla testa con un calibro 12 è stato l’ex suocero, Giuseppe Signorino, 68 anni, che due ore dopo si è presentato ai carabinieri di Misterbianco ai quali si è limitato a dire: ”Ho ucciso mio genero, a Messina”. Alla base del fatto di sangue dissapori familiari. L’avvocato Fazio  stava rincasando assieme ad uno dei figli, un bambino di 3 anni, nella sua abitazione in via S. Maria dell’Arco, nella quale aveva anche lo studio. Appena sceso dall’auto è stato avvicinato dal suocero che senza profferire parola, gli ha sparato alla testa e al volto, sfigurandolo. Alla scena ha assistito il nipote dell’omicida, che si è allontanato a piedi portando con sè il bambino a Misterbianco, dove abita con la famiglia e la figlia, divorziata da tempo con l’avv. Fazio.

 Il professionista è morto sul colpo. Sul posto sono arrivati i carabinieri con il sostituto procuratore della Dda, Giuseppe Verzera. Le indagini hanno subito privilegiato la pista della vendetta familiare, che sarebbe stata confermata dall’omicida. Ai carabinieri di Misterbianco ha infatti raccontato le vicessitudini della figlia da quando si era separata dal marito avvocato.

I litigi della ex coppia erano andati avanti per anni e hanno avuto un primo epilogo nel gennaio 2009 quando la nonna materna fuggì coi i tre nipoti piuù grandi prima che fossero affidati a una casa famiglia. Una causa di separazione che il legale di una delle due parti defini’ ”un divorzio drammatico”. Poi la nonna con i nipoti era tornata a casa. Ma le incomprensioni e i litigi non erano evidentemente terminati tra gli ex coniugi.  Questa sera il suocero dopo aver saputo che l’ex genero aveva con sé il nipotino ha preso il fucile e ha atteso l’uomo sotto casa: ha preferito farla finita uccidendo l’ex marito della figlia e lasciando orfani i suoi tre nipoti.

 

 

 

 Problemi legati soprattutto all’affidamento dei bambini della coppia, ”spariti” quando la nonna materna li portò via per evitare che venissero affidati ad una casa famiglia. Del caso si interessò anche la trasmissione Rai ”Chi l’ha visto?”. La vicenda, purtroppo, stasera ha avuto una tragica conclusione.

 

 

 

Leave a Response