Roccalumera. Energia alternativa, mutuo di 500 mila euro per il fotovoltaico

ROCCALUMERA –  «Nel corso della prossima riunione utile del Consiglio comunale accenderemo un mutuo di circa 500mila euro per rendere la nostra cittadina all’avanguardia, a livello regionale, per quanto concerne il fotovoltaico. E tutte le strutture comunali saranno dotate di tali impianti che, com’è noto, comporteranno tra l’altro un notevole risparmio alle casse dell’Ente locale».
Risponde così il sindaco di Roccalumera, Gianni Miasi, al gruppo consiliare di minoranza che aveva chiesto, nei giorni scorsi, con un ordine del giorno da inserire nella prossima riunione del civico consesso, l’audizione del consulente energetico del Comune in merito ai progetti e ai buoni propositi, che si sarebbero arenati, legati alle fonti rinnovabili. L’iniziativa fa seguito a una precedente mozione dello stesso gruppo, presentata lo scorso 12 maggio. «A otto mesi dalla delibera del civico consesso – aveva dichiarato il consigliere di minoranza Andrea Vadalà – non abbiamo avuto alcuna conoscenza degli atti adottati dall’amministrazione comunale, né tanto meno è stata a tutt’oggi disposta la convocazione del Consiglio comunale per la trattazione di un così importante argomento».
L’Amministrazione comunale intende avviare un percorso di sensibilizzazione, offrendo il patrocinio gratuito a tutti coloro che presenteranno un progetto o un’iniziativa in tema di realizzazione di impianti fotovoltaici. Il responsabile dell’area tecnica, l’ing. Giovanni Briguglio, ha spiegato che «il progetto dovrà specificare in modo chiaro, prioritariamente, costi, modalità di finanziamento, tasso di interesse, tecnologie utilizzate e quant’altro possa essere ritenuto utile a beneficio degli utenti. La manifestazione di interesse, corredata del progetto o di relazione contenente l’iniziativa che si intende realizzare – aggiunge l’ingegnere Briguglio – dovrà pervenire al protocollo del Comune di Roccalumera entro il prossimo 22 febbraio, pena di esclusione. Una commissione interna – conclude il responsabile dell’area tecnica del Comune – assistita dal consulente energetico dell’Ente, valuterà le varie manifestazioni di interesse pervenute ed effettuerà la scelta del progetto o dell’iniziativa cui attribuire il gratuito patrocinio sulla base della fattibilità dell’iniziativa stessa, del grado di coinvolgimento della popolazione e dalla sua economicità».

Leave a Response