Barcellona. Sgominato dai carabinieri gruppo criminale formato da giovanissimi. Tre arresti e altrettante denunce

BARCELLONA (Messina) – Militari del Nucleo operativo e Radiomobile della Compagnia carabinieri di Barcellona Pozzo Gotto, a conclusione di una complessa ed articolata attività d’indagine, coordinata dal sostituito procuratore Michele Martorelli della Procura della Repubblica di Barcellona P.G., hanno dato esecuzione a tre ordinanze di custodia cautelare in carcere, nei confronti di tre 21enni,Salvatore Abbate,Francesco De Gaetano entrambi di Barcellona P.G., dell’albanese Taulant Marsheftaj, questi ultimi due in atto in regime di arresti domiciliari.I tre arrestati unitamente ad altri tre giovani, che sono stati denunciati in stato di libertà e che all’epoca dei fatti erano minorenni, sono ritenuti responsabili di associazione per delinquere, ed a vario titolo, anche di reati contro il patrimonio, la persona, nonché della violazione della normativa inerente le armi. Taluni dei reati contestati agli indagati sono stati consumati anche con l’uso di armi e perpetrati nei primi mesi del 2009 nel comprensorio dei comuni di Milazzo e Barcellona Pozzo di Gotto. Tra i reati contestati nei confronti di De Gaetano e Marsheftaj  ed un altro giovane all’epoca minorenne, la rapina commessa nella serata del 22 marzo 2009 aidanni della farmacia “Castelli” di Milazzo, dove i rapinatori avevano racimolato un bottino di 4.180,00 euro.Inoltre, De Gaetano e Marsheftaj, unitamente a due dei tre soggetti minorenni, si erano resi protagonisti nei primi mesi del 2009 di numerosi furti di ciclomotori a Milazzo.
Nell’abitazione di via Fondaco Nuovo, inoltre i giovani tenevano nascosta anche una pistola cal. 6.35, la stessa che l’albanese e il suo complice De Gaetano assieme ad uno dei minori utilizzarono la sera del 30 marzo 2009 per ferire un giovane di Terme Vigliatore, fatto questo per cui gli stessi sono stati già condannati in primo grado dal Tribunale di Barcellona P.G..Sempre  Francesco De Gaetano e l’albanese assieme a due dei tre soggetti minorenni sono ritenuti responsabili di essersi impossessati, in occasione di un furto consumato presso l’abitazione di un anziano di Barcellona P.G., di un fucile calibro 12 a due canne e di una pistola cal. 6.35 con numerose munizioni. Armi che sono state successivamente rinvenute e sequestrate dai carabinieri presso l’abitazione di Fondaco Nuovo di Barcellona P.G., nonché nell’abitazione di Francesco De Gaetano. 

Leave a Response