S. Teresa e S. Alessio. L’acqua è tornata potabile dopo gli interventi di clorazione

Gianluca Santisi

S. ALESSIO – Allarme rientrato nella cittadina del Capo dove l’acqua torna ad essere potabile, anche se in verità per il sindaco, Giovanni Foti, la situazione non ha mai destato serie preoccupazioni. «A S. Alessio l’acqua è sempre stata di ottima qualità – ha spiegato il primo cittadino – e con l’intervento di clorazione effettuato la scorsa settimana abbiamo risolto anche il piccolo problema verificatosi in una fontana che si trova nei pressi del municipio». Lì i tecnici del laboratorio provinciale di igiene avevano riscontrato la presenza di batteri oltre la soglia consentita. «Per sicurezza – continua Foti – avevamo emesso un’ordinanza di non potabilità dell’acqua che sgorga da quella fontana e dai rubinetti del municipio e delle scuole. Ma adesso la situazione è tornata alla normalità. Del resto – conclude il sindaco – a S. Alessio abbiamo una rete idrica rifatta interamente non più di 4-5 anni fa che ci consente di portare nelle abitazioni acqua di eccellente qualità. Lo dimostra il fatto che circa il 60% della popolazione la beve regolarmente».
Così come a S. Alessio anche nella S. Teresa di Riva si è finalmente riusciti a venire a capo del problema. I risultati delle ultime analisi effettuate, giunti questa mattina in Municipio, hanno certificato la pulizia dell’acqua che scorre nella rete idrica. Revocata dunque l’ordinanza sindacale dello scorso 16 novembre che vietava l’uso dell’acqua per fini potabili e ne consentiva l’utilizzo previa bollitura.

Leave a Response