Dopo tentativo di furto a S. Teresa di Riva, tre giovani catanesi arrestati a Giardini Naxos

TAORMINA – Proseguono i servizi di prevenzione nella riviera ionica messinese predispoti dai carabinieri della Compagnia di Taormina che hanno arrestato a Giardini Naxos tre giovani residenti in provincia di Catania responsabili di tentato furto aggravato. A finire in manette Rosario Fresta, 28 anni, Mario Magaudo 28 anni, entrambi nati a Taormina, già noti alle Forze dell’Ordine e residenti a Piedimonte Etneo, e I U.. minorenne, che i carabinieri hanno colto in flagranza di reato. I tre sono stati notati dai carabinieri nel centro di S. Teresa di Riva mentre stavano armeggiando nei pressi di una autovettura Fiat Punto. Insospettiti per l’ora tarda, erano le due della scorsa notte, i militari dell’Arma sono scesi dalla vettura di servizio per avvicinarsi ad osservare più da vicino lo strano comportamento dei tre giovani ma quando i presunti ladri hanno visto i carabinieri  si sono dati alla fuga a bordo della loro auto. Immediatamente, i carabinieri, dopo avere dato l’allarme alla Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Taormina, hanno accertato che l’armeggiare dei tre era un tentativo di furto della Fiat Punto a cui era stato già manomesso il sistema di accensione. Il coordinamento delle pattuglie presenti sul territorio ha consentire ai Carabinieri della stazione di Giardini Naxos di fermare i tre fuggitivi lungo la statale 114 poco fuori dal centro abitato di Giardini. I due maggiorenni saranno giudicati nella sezione distaccata del Tribunale di Taormina, mentre il minore è stato trasferito nel Centro di accoglienza per minorenni di viale Europa a Messina.

Leave a Response