Messina. Parcheggi a pagamento al Policlinico, il Pd chiede la revoca del provvedimento e annuncia iniziative legali

MESSINA – Il Partito democratico, con una nota diffusa dal segretario Giuseppe Grioli, ritiene che il provvedimento adottato dal Policlinico in merito alla predisposizione di parcheggi a pagamento dentro il perimetro dell’ospedale va considerato una ”vessazione nei confronti di numerosi messinesi ma anche di quanti dai centri della provincia si recano in ospedale non certo per piacere”. Quando si decide di fare cassa – rileva Grioli – colpendo i pazienti che già si trovano a dover affrontare le sofferenze fisiche e psichiche conseguenti a malattie, si decide di allontanare le strutture ospedaliere da una relazione umana con la popolazione. Quanto sta accadendo in questi giorni al Policlinico di Messina – sottolinea Grioli –  va condannato duramente per gli effetti che il provvedimento ha sulla popolazione ma anche per le ripercussioni che esso sta producendo alla viabilità esterna. La città pretende un ravvedimento della direzione amministrativa e le forze politiche governanti devono esercitare il proprio ruolo a difesa dei cittadini. Per assurdo anche volendo accettare la scelta di istituire i parcheggi a pagamento – continua Grioli – il sistema che si è scelto è il peggiore in assoluto. Infatti la necessità di esibire il tesserino all’ingresso, o la necessità di fare il biglietto prima di entrare comportando file interminabile lungo il Viale Gazzi è la scelta più assurda che si poteva fare. Chiediamo che venga revocato il provvedimento – conclude la nota del segretario Pd – che colpisce i cittadini, gli specializzandi, e i pazienti; contestualmente stiamo valutando gli estremi legali per ricorrere all’autorità amministrativa al fine di tutelare i diritti dei cittadini nel ricevere le cure mediche senza ulteriori aggravi economici.

Leave a Response