Alì Terme. Vìola le norme degli arresti domiciliari, arrestato ad Alì Superiore il 33enne Filippo Morgante

ALI’ TERME – Prosegue l’azione di prevenzione e di contrasto alla criminalità dei carabinieri della Compagnia di Messina Sud che hanno tratto in arresto ad Alì Terme un 33enne, Filippo Morgante, il quale, come accertato dai carabinieri della locale Stazione, che hanno operato alle direttive del maresciallo Salvatore Garufi, aveva disatteso alle prescrizioni imposte ai detenuti in regime di arresti domiciliari, ovvero di non comunicare con persone diverse dai familiari conviventi.
Proprio per tale motivo, a seguito di una informativa redatta dai carabinieri della stazione di Alì Terme hanno accertato che Filippo Morgante, nato a Messina ma residente ad Itala, nel periodo di sottoposizione al regime degli arresti domiciliari ha comunicato con persone diverse dai familiari conviventi. Per tale motivo, la Corte d’Appello di Messina, a seguito dell’informativa dei carabinieri, in aggravamento della precedente misura cautelare, ha emesso un’ordinanza di ripristino della custodia cautelare in carcere. L’uomo doppo le formalità di rito è stato trasferito al Carcere di Messina Gazzi.

Leave a Response