Casalvecchio. La ragioniera non è stata sospesa per presunte irregolarità dei conti del Comune

CASALVECCHIO – Non è stata sospesa perché indagata per presunte irregolarità nei conti del Comune la ragioniera di Casalvecchio Siculo, come invece sostenuto in una nota della Cgil. Si è trattato infatti di una semplice revoca dell’incarico da parte dell’Amministrazione comunale. Lo ha chiarito la stessa dipendente del Comune di Casalvecchio che da 21 anni presta servizio nel centro collinare. La ragioniera era stata erroneamente tirata in ballo dalla Funzione Pubblica della Cgil di Messina, Clara Crocè, che nell’esprimere solidarietà alla nuova responsabile dell’area finanziaria dopo le minacce di morte ricevute, aveva accennato alla “sospensione del precedente ragioniere perché indagato per presunte irregolarità nei conti del comune”. Cosa che non risponde al vero. La ragioniera non è stata infatti sospesa ma gli è stato semplicemente revocato l’incarico a mansioni superiori.

Leave a Response