S. Teresa Riva. Distraevano le commesse e rubavano abbigliamento nei negozi: due donne e un minorenne arresstati

SANTA TERESA DI RIVA (Messina) –  I carabinieri di Santa Teresa di Riva in collaborazione con il Nucleo radiomobile della Compagnia di Taormina, hanno  arrestato tre persone, due donne ed un minore, per aver – in concorso tra  loro – rubato capi di vestiario in alcuni negozi del centro santateresino. A finire in manette, Santa Mattuca, 37 aanni, e Veronica Paratore, 19 anni, e un quindicenne incensurato di 15 anni. I tre, residenti a Messina, secondo quanto accertato dai militari dell’Arma, avrebbero agito in varie circostanze approfittando della temporanea distrazione delle commesse. Il gruppetto aveva adottato lo stratagemma di distrarre la commessa mentre i complici arraffavano la merce nascondendola in borse capienti. I carabinieri nel corso degli accertament hanno anche accertato che gli esercizi commerciali, tutti ubicati nel centro di S. Teresa di Riva, erano stati visitati in rapida successione. Ed è a questo punto che qualcosa è andato storto; infatti, i tre, forse incoraggiati dall’eccessiva facilità con cui l’avevano franca sino a quel momento hanno tentato ancora una volta il collaudato piano ma, stavolta, una delle commesse, si è accorta dei loro particolari atteggiamenti riuscendo a dare immediatamente l’allarme a Pronto intervento 112, dopo avere accertato la sparizione di alcuni capi di abbigliamento. I Carabinieri della stazione di Santa Teresa di Riva, prontamente allertati si sono immediatamente messi alla ricerca dell’autovettura con la quale i tre ladri si erano allontanati dal negozio riuscendo L’auto è stata bloccata da un’auto del radiomobile di Taormina, impedendo ogni tentativo di fuga.
A seguito della perquisizione effettuata sull’autovettura i carabinieri hanno rinvenuto tutta la refurtiva e in particolare: scarpe di ginnastica, felpe, abiti per adulti e bambini, calze nonché un cellulare rubato a una delle commesse che  l’aveva poggiato sul bancone. La refurtiva è statai restituita ai proprietari.  Santa Mattuca e Veronica si trovano adesso ora agli arresti domiciliari come disposto dall’Ag messinese, in attesa del giudizio direttissimo mentre il minore è stato accompagnato nell centro di accoglienza di Messina.

Leave a Response