Rally Taormina-Messina. Trionfo per Felice Re e Maria Bariani; piazza d’onore per Angelucci e Cambria

MESSINA –  Re-Bariani trionfano con la Citroen Xsara Wrc nel Rally Taormina-Messina, ultima gara del Trofeo Rally Asfalto e prima finale della Coppa Italia. Ad Angelucci (Citroen) e Pedersoli (Peugeot) gli altri gradini assoluti del podio. Trionfo in Super 2000 del friulano De Cecco (Peugeot), in Super 1600 del messinese Molica (Renault), mentre il gruppo N è appannaggio del pugliese Laganà (Mitsubishi). Vincitore della Coppa Italia – prima finale – è il friulano De Cecco. Arrivo spettacolare nel “salotto” di piazza Duomo a Messina. La conferenza stampa finale e il congedo delle autorità è avvenuto a Palazzo dei Leoni, sede della Provincia Regionale di Messina.
E’ sceso dalla Lombardia per onorare la memoria di Antonino Stracuzzi e torna a Como con il Trofeo più prestigioso: è quello che spetta al vincitore del Rally Taormina– Messina: l’equipaggio lariano composto da Felice Re e Mara Bariani, su Citroen Xsara Wrc da 320 cavalli, trionfa nell’assoluta della gara valevole per il Trofeo Rally Asfalto e riceve le ovazioni di migliaia di appassionati in piazza Duomo a Messina. Con la vettura francese del team Tamauto-scuderia Errepi Racing, Re era all’esordio a Taormina ed ha imposto un ritmo insostenibile per tutti i rivali, sin dalla terza prova. La gara è stata organizzata dalla scuderia Jonio Corse e da Aci Messina, con un grande dispendio in chiave sicurezza di più di 150 commissari di percorso di numerosi Automobile Club che hanno strettamente collaborato con Carabinieri, Polizia Stradale , Polizia di Stato e Polizie municipali, il cui apporto tecnico ha garantito alla direzione gara la perfetta agibilità di tutte le prove speciali.
Al secondo posto assoluto ha chiuso il pilota romano Fabio Angelucci su Citroen Xsara Wrc, in coppia con il navigatore messinese Massimo Cambria: i due portacolori della Tamauto-Rubicone Corse chiudono a 1’48”3 dal vincitore. Al terzo posto, a 2’45″3 dal vincitore,  si classificano i bresciani Luca Pedersoli e Matteo Romano su Peugeot 206 Wrc del team Vieffecorse-Mirabella Mille Miglia, attardati nel finale da problemi tecnici che hanno fatto perdere loro la seconda posizione, occupata con pieno merito per gran parte della gara.
Felice Re, vice campione del Trofeo Rally Asfalto 2009, si è aggiudicato sei delle otto speciali regolarmente disputate nel comprensorio dei Nebrodi, Valli d’Agrò e dell’Alcantara. Le altre due prove sono state appannaggio del bresciano Luca Pedersoli (Peugeot 206 Wrc, PS1) e del romano Fabio Angelucci (Citroen Xsara Wrc, PS3).
Vincitori del Gruppo N il barese Franco Laganà (Mitsubishi-Vomero Racing), della classe Super 2000 l’udinese Claudio De Cecco (Peugeot-Friulmotor), della Classe Super 1600 del messinese Franco Carmelo Molica (Renault Clio Super1600) e del gruppo R il messinese Osman Caristi (Renault Clio R3).

Classifica dei primi 10: 1. Re – Bariani (Citroen Xsara WRC) in 1.13’36”3; 2. Angelucci –Cambria (Citroen Xsara WRC) a 1’48”3”; 3. Pedersoli – Romano (Peugeot 206 WRC) a 2’45”3; 4. De Cecco – Campeis (Peugeot 207 S2000) a 3’41”1; 5. Molica – Pintaudi (Renault Clio S1600) a 4’40”1; 6. Laganà – Guzzardi (Mitsubishi Lancer EVO X) a 4’59”6; 7. Riccardi – Contini (Subaru Impreza N14) a 5’22”4; 8. Pistone – Urdì (Renault Clio S1600) a 5’26”4; 9. D’Alto – Salemi (Grande Punto Abarth) a 5’49”1; 10 Martinis – Siragusano (Mitsubishi Lancer EVO IX) a 6’01”9.

Classifica ufficiosa Trofeo Rally Asfalto dopo nove gare. Conduttori: 1. Chentre, p. 55; 2. Re, p. 45; 3. Pedersoli, p. 43; 4. Porro, 32 ; 5. Pisi, p. 24; 5. Laganà, p. 23; 7. Silva, p. 12; 8. Graffieti, p. 10; 9. Rossetti, p. 8; 9. Gasparotto, p. 8.

Classifica Coppa Italia: 1. De Cecco (Peugeot 207) p. 10; 2. Molica (Renault Clio S1600), p. 8; 3. Laganà (Mitsubishi Lancer EVO X), p. 6; 4. Riccardi (Subaru Impreza N14), p. 4; 5. D’Alto (Grande Punto Abarth), p. 3.

Leave a Response