Messina. I soldi negati dal Governo agli alluvionati, l’Udc: siamo pronti a dare vita ad eclatanti proteste

MESSINA – ”Apprendiamo con sconcerto ed indignazione,”sostengono i consiglieri Nino Muscarello, Matteo Francilia e l’assessore D’Agostino”, quanto verificatosi ieri nell’aula del Senato della Repubblica Italiana. Il risentimento dei tre dell’Udc viene manifestato con un comunicato stampa, che pubblichiamo integralmente.
”Come è noto, ieri, durante la discussione sulla finanziaria, è stato bocciato l’emendamento preparato e proposto dal nostro parlamentare messinese, Senatore Giampiero D’Alia, sottoscritto anche dal PD e dal MPA.
L’emendamento prevedeva lo stanziamento di 100 milioni di euro per i Comuni di Messina, Itala e Scaletta, colpiti dalla disastrosa alluvione del primo ottobre 2009.
Questo irresponsabile atto della maggioranza parlamentare di centro destra e del Governo, ”sostengono i consiglieri Muscarello, Francilia e l’Ass.re D’Agostino”non fa altro che confermare tutte le preoccupazioni che il gruppo UDC alla Provincia Regionale di Messina, aveva manifestato in merito alla vicenda dell’alluvione del primo ottobre, vale a dire, mancato inserimento della Provincia Regionale e dei Comuni di Itala e Scaletta, tra i soggetti attuatori, insufficienza dei fondi stanziati, totale abbandono da parte del governo e dei mass media, di una politica di solidarietà nei confronti delle popolazione colpite, assoluta incertezza sul reperimento degli oltre 400 milioni di euro necessari per la messa in sicurezza del territorio, prioritario rispetto alla realizzazione di qualsiasi altra opera.
Dopo le offensive passerelle del sottosegretario Bertolaso e del Ministro Prestigiacomo, pronti ad accusarci di abusivismo, senza neanche conoscere le reali cause del dissesto idrogeologico e del successivo disastro, la nostra provincia e le popolazioni colpite subiscono un ulteriore schiaffo morale e politico, assolutamente insostenibile!!
Noi del gruppo UDC – sostengono i consiglieri Muscarello, Francilia e l’assessore D’Agostino – non porgeremo l’altra guancia, se nel breve periodo, la manovra finanziaria non troverà nell’aula del parlamento i dovuti correttivi economici in favore degli alluvionati di Messina e della messa in sicurezza del territorio della Provincia, daremo vita ad eclatanti manifestazioni di protesta, riteniamo assolutamente inaccettabile, a quasi due mesi di distanza dal tragico evento, l’atteggiamento di incertezza e di indifferenza del Governo Berlusconi nei confronti del nostro martoriato territorio”.

Leave a Response