Alì Terme. Appello dell’Avis: “Non siamo autosufficienti, in provincia di Messina c’è sempre bisogno di sangue”

ALI’ TERME – “C’è sempre bisogno di sangue”. L’appello è di Francesco Urdì, presidente dell’Avis di Alì Terme, l’associazione volontari italiani sangue che si occupa della sensibilizzazione alla cultura della donazione. Con risultati estremamente incoraggianti: l’Avis di Alì Terme è seconda solo alla sezione di Messina per numero di iscritti (600) e ogni anno, in media, riesce a raccogliere circa 500 sacche di sangue. “Ma non basta – spiega Urdì – perché in Sicilia, e in particolare in Provincia di Messina, siamo ancora lontani dal raggiungere l’autosufficienza. Di sangue c’è sempre bisogno, sia in caso di emergenza che nell’affrontare gravi malattie, come per esempio la leucemia e la talassemia”. Proprio per questo l’Avis di Alì Terme, attiva da 9 anni da Scaletta Zanclea a Furci Siculo, oltre all’attività di raccolta del sangue, propone continuamente campagne di sensibilizzazione. “Bisogna far capire alla gente – aggiunge Urdì – che chi dona il sangue è una persona normale, non un supereroe. A volte però non è facile venire a capo di pregiudizi o luoghi comuni. Per esempio, non è vero che chi dona una volta deve farlo per sempre. La donazione è volontaria, gratuita e anonima”. Non esistono rischi o controindicazioni. Gli unici requisiti previsti dalla normativa vigente sono quelli delle buone condizioni di salute, dell’età (tra i 18 e i 65 anni) e del peso corporeo (che non può essere inferiore ai 50 chili). “Quello che chiediamo alla gente – continua Urdì – è di avvicinarsi alla nostra associazione, anche per richiedere delle semplici informazioni. Bisogna capire che con un semplice gesto si può aiutare chi ci sta vicino”. L’Avis di Alì Terme effettua la raccolta del sangue ogni seconda domenica del mese e ogni venerdì, dalle 8 alle 11.30, nella sede di via Francesco Crispi, n. 169. Altre sezioni si trovano a S. Teresa di Riva, per il comprensorio della Val d’Agrò, e a Gaggi, per la Valle dell’Alcantara.

Leave a Response