Prodotti ittici, controlli della Guardia Costiera: 5 denunce e multe per 13mila euro

MESSINA – Su disposizione del comando generale delle Capitanerie di Porto, si è svolta su tutto il territorio nazionale una operazione di polizia complessa tendente a verificare il rispetto delle norme che regolano la commercializzazione dei prodotti ittici ed in particolare il divieto di pesca del pesce spada vigente nel Mare Mediterraneo dal 1° ottobre al 30 novembre.
Nell’ambito del Compartimento Marittimo di Messina, sono stati effettuati 70 controlli a seguito dei quali sono stati redatti 10 verbali amministrativi per violazioni delle norme riguardanti l’etichettatura e la tracciabilità, con sanzioni amministrative pecuniarie per un importo totale di 13mila euro.
Inoltre, in collaborazione con il servizio veterinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale, la Guardia Costiera ha intensificato le verifiche sui venditori ambulanti abusivi che espongono i prodotti ittici su “bancarelle” di fortuna, in spregio delle più elementari norme igienico-sanitarie.
In tale contesto, sono state riscontrate 5 violazioni penali per commercializzazione di prodotti ittici in cattive condizioni igienico-sanitarie e sono stati sequestrati 77 chilogrammi di prodotto ittico vario, che essendo stato dichiarato non idoneo al consumo umano dal servizio veterinario, è stato avviato alla distruzione. I responsabili delle trasgressioni sono stati prontamente deferiti all’Autorità Giudiziaria.

Leave a Response