Messina. Proseguono anche a mare le ricerche dei dispersi. Due di Giampilieri, uno di Altolia e cinque di Scaletta

MESSINA – Anche oggi nel tratto di mare tra Scaletta Zanclea e Nizza di Sicilia, mezzi navali della Capitaneria di Porto e della Guardia costiera, sono stati impegnati nelle ricerche degli scomparsi. La valanda di acqua e fango venuto giù dal torrente Saponarà a Scaletta Zanclea ha trascinato in mare numerose auto. Non si esclude dunque che dentro gli abitacoli possano essere rimasti intrappolati degli automobilisti.  Tra le vittime accertate una non è stata ancora identificata. I nomi delle vittime riconosciutei: Ilaria De Luca Teresa Macina, Giuseppa Calogero, Christian Maugeri, Letterio Maugeri, Maria Letizia Scionti,  Salvatore Zagami, Luigi Costa, Carmelina Barbera, Agnese Falgetano, Giuseppe Tornante, – Maria Restuccia, Carmela Olivieri, Francesco De Luca, Maria Li Causi, Martino Scibilia, Concetta Cannistraci, Monica Balascujia,- Santina Scionti, Onofrio Sturiale, Roberto Carullo, Elena De Luca,  Francesca Micali, Salvatore Scionti. Ancora da recuperare i corpi di Lorenzo e Francesco Lonia (Giampilieri), Bartolo Sciliberto (villaggio Altolia), Santi Bellomo (Scaletta Zanclea), Carmela Cacciola (Scaletta), Carmelo Ricciardello (Scaletta), Alessandro Sturiale (Scaletta), e di Ketty De Francesco (Scaletta).

Leave a Response