Messina. Università, detassazione e rimborso di contributi già versati per gli studenti colpiti dall’alluvione

MESSINA – L’Università di Messina su più fronti si sta attivando per supportare gli studenti colpiti dall’alluvione del 1 ottobre. Un gruppo di lavoro formato da stagisti presso il rettorato coordinato dalla prof. Murdaca, delegata del rettore alle problematiche studentesche, ha fatto uno screaning cercando di rintracciare tutti gli studenti abitanti a Giampilieri, Scaletta, Briga e Altolia per conoscere da vicino la loro attuale situazione e segnalare i problemi più rilevanti.
Inoltre un gruppo costituito dal corso di laurea in psicologia gestito dalla prof. Larcan e diretto dalla prof. Cuzzocrea insieme a un gruppo di educatori seguiti dal prof. Gatto, è attivo nelle zone del disastro e negli alberghi per fornire supporto e sostegno psicologico. L’Ersu (Ente regionale per il diritto allo studio) rappresentato dal commissario straordinario, dott. Antonino Mazzaglia, in stretta sintonia con l’Università  si sta attivando per riconoscere un contributo straordinario agli studenti che risiedono nelle zone del nubifragio.
Senato accademico e Consiglio di amministrazione, nella seduta di ieri, hanno previsto:
1.    la detassazione completa degli studenti attivi residenti nelle zone colpite con eventuale rimborso di contributi già versati per gli anni accademici 2009/2010 e 2010/2011. Si tratta di circa 160 studenti dei quali sono stati già reperiti generalità, dati anagrafici e recapiti. Il Consiglio di Amministrazione ha quantificato l’ammontare nei due anni in un importo complessivo pari a circa 200 mila euro.
2.    Attribuzione agli studenti attivi delle premialità previste per gli studenti meritevoli. Esse consistono, preferenzialmente, in buoni libro per circa 45 mila euro in un anno.
3.    Il Rettore, i due Prorettori, i Presidi hanno altresì deciso di devolvere la loro indennità di carica per il mese di ottobre invitando i 52 Direttori di Dipartimento a fare altrettanto.Nello stesso periodo i componenti del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione rinunciano al loro gettone di presenza. Il ricavato sarà devoluto alle famiglie degli studenti maggiormente colpite e/o convertito in borse di studio.
4.    Sono state attivate ipotesi di iniziative ed eventi culturali attraverso i quali raccogliere fondi specifici.
5.    È stata espressa altresì l’intenzione di concertare in un incontro, convocato in via di urgenza, con le Organizzazioni Sindacali, l’erogazione della specifica voce di bilancio destinata a sussidi per il personale tecnico-amministrativo in occasione di particolari emergenze.
Inoltre il Senato Accademico ed il Consiglio di Amministrazione hanno manifestato l’intendimento di promuovere e finanziare un progetto di ricerca scientifica interdisciplinare sul tema del rischio idrogeologico e geomorfologico, della protezione idraulica del territorio e del recupero insediativo. Il progetto si caratterizza come un Progetto di Ateneo che comprende tutte le Facoltà e i Dipartimenti interessati con gli specifici ambiti e saperi.

Leave a Response