Berlusconi ieri in visita a Messina: ”Faremo nuove case come a L’Aquila e bloccheremo tasse e mutui ai cittadini colpiti dall’alluvione”

MESSINA –  ”Faremo nuove case come a L’ Aquila”, ha detto il premier Silvio Berlusconi in visita ieri a Messina. ”Nuove abitazioni in altre zone ma sempre all’interno del tessuto urbano”, ha aggiunto il premier che ha visitato alcuni alberghi dove sono ospitati gli sfollati. ”Bloccheremo le tasse e i mutui ai cittadini delle zone colpite dall’alluvione. Non vi lasceremo soli”, ha aggiunto il presidente del Consiglio in una riunione in Prefettura alla quale erano presenti il prefetto Francesco Alecci, il capo della Protezione civile Bertolaso, il sindaco di Messina Giuseppe Buzzanca, il presidente della Regione Raffaele Lombardo, il ministro delle Infratture Matteoli e il sindaco di Scaletta Zanclea Mario Briguglio.. Il presidente Berlusconi qualche ora prima di incontrare i giornalisti in Prefettura ha sorvolato in elicottero le zone alluvionate: ”Impressionante quello che ho visto”, ha detto Berlusconi. Commissario per l’emergenza alluvione è stato nominato Raffaele Lombardo, presidente della Regione Sicilia, che sarà affiancato dal sindaco di Messina. La Regione ha già stanziato 20 milioni di euro e come prima mossa urbanistica, ha annunciato che nell’area del disastro “non potranno esserci aumenti di cubatura”.
Il presidente della Regione Raffaele Lombardo se la prende con la Lega Calcio: “Ha fatto osservare un minuto di silenzio solo alle squadre siciliane e loro concorrenti – ha evidenziato Lombardo – come se i morti di Giampilieri e Scaletta Zanclea non fossero italiani a pieno titolo”

Leave a Response