Osservatorio dei Beni culturali, la relazione programmatica al vaglio del Consiglio dell’Unione dei Comuni

S. TERESA – Prende forma l’Osservatorio permanente dei Beni culturali, organismo consultivo e operativo sulle politiche culturali dell’Unione dei Comuni Valli Joniche dei Peloritani. Il presidente, Filippo Brianni, sta ultimando la relazione programmatica che sarà presto presentata per essere discussa e approvata dal Direttivo. Il “sogno proibito” rimane l’inserimento dell’Abbazia dei SS. Pietro e Paolo d’Agrò, di Casalvecchio Siculo, nel patrimonio dell’Unesco. Si tenterà di estendere l’iniziativa all’area interessata dal percorso dei monumenti basiliani (Itala-Mandanici-Casalvecchio-Forza d’Agrò). Il programma 2009-2010 dell’Osservatorio si articolerà su altri 10 punti. Fondamentali sono ritenute le attività di controllo e monitoraggio dei beni culturali, con suggerimenti agli enti preposti circa le potenziali iniziative di recupero e valorizzazione. Al contempo, l’Osservatorio si occuperà di monitorare le possibilità di finanziamento esistenti. Si punta molto anche al rapporto con le istituzioni scolastiche. “I ragazzi guidano la cultura” è il titolo dell’iniziativa destinata gli studenti per sensibilizzarli alla conoscenza dei beni culturali. Con l’Università dello Stretto di Reggio Calabria sarà invece realizzato un workshop per lo studio dei borghi antichi. Altre iniziative riguarderanno la rivalutazione del premio letterario “Val d’Agrò”, avviato dal Comune di Savoca, attraverso l’istituzione sezioni dedicate alle opere scritte da autori locali e alle opere su fatti e cose del comprensorio dell’Agrò. E ancora, si cercherà di creare itinerari culturali nell’ambito di progetti da realizzare in collaborazione con i Consorzi turistici della Val d’Agrò e del Pagliara. Sarà inoltre creato un sito web istituzionale e si cercherà di mettere insieme i musei del comprensorio, attraverso una “rete” che consenta l’interazione tra le varie strutture e gli operatori culturali e turistici.

Leave a Response