S. Teresa. Caso Bottari, chiesta dalla minoranza l’istituzione di una commissione d’inchiesta

S. TERESA – Seduta urgente del Consiglio comunale della cittadina jonica convocata dal presidente Carmelo Lenzo per discutere due interrogazioni presentate dai consiglieri di minoranza. La prima riguardava le manifestazioni estive; la seconda le “dimissioni” del dott. Francesco Bottari, responsabile sanitario dell’Asl 5. Su quest’ultimo argomento la minoranza ha chiesto che venga istituita una commissione d’inchiesta consiliare. E’ stato il sindaco Alberto Morabito a farsi carico delle “lamentele” del gruppo di “Sicilia Vera”, formato da Enzo Filoramo, Fabio Palella e Danilo Lo Giudice. In merito all’assenza di un cartellone delle manifestazione estive, il primo cittadino ha spiegato che gli spettacoli ci sono stati, anche se in forma ridotta e senza grandi spese: appena quindicimila euro, di cui 10mila come contributo del Comune alla realizzazione della “Notte Bianca” organizzata in collaborazione con i commercianti. “Se abbiamo fatto un errore – ha ammesso Morabito – è non averle pubblicizzate a dovere”. Il consigliere Danilo Lo Giudice ha puntato l’indice contro “l’incapacità dell’Amministrazione di recuperare finanziamenti regionale per organizzare e programmare a S. Teresa spettacoli di rilievo, come invece è stato fatto in altri centri, ben più piccoli e meno importanti della cittadina jonica”. Fabio Palella ha invece chiesto “chiarezza sul disimpegno del dott. Bottari dopo 16 anni di attività a S. Teresa di Riva e se risultava che questo fosse stato dettato da problemi con l’Ufficio tecnico comunale, così come si era appreso dalla stampa”. Il sindaco ha chiarito di aver ricevuto soltanto una lettera riservata dal dott. Bottari, della quale non ha voluto riferire il contenuto. “Ma se avessi avuto sentore di qualcosa di poco chiaro nei rapporti tra il funzionario dell’Asl e il Comune – ha specificato Morabito – avrei certamente segnalato la vicenda alla Procura”. Sull’argomento è intervenuto anche il presidente del Consiglio, Lenzo, il quale ha espresso “rammarico per la decisione di Bottari”. “Dobbiamo rispettare la sua scelta – ha detto Lenzo – poiché non ci ha voluto spiegare le cause della decisione. Mi auguro non siano di natura politica. In ogni caso – ha concluso Lenzo – verificherò eventuali anomalie”.

Leave a Response