Mongiuffi Melia. Seconda edizione della “passiata”

MONGIUFFI MELIA – Circa quaranta persone hanno partecipato alla seconda edizione della «Passiata», escursione turistico-culturale per la riscoperta dei sentieri naturalistici locali. I partecipanti, guidati dall’esperto Giovanni Curcuruto, hanno percorso il sentiero che, costeggiando il fiume Ghiodaro, porta al santuario della Madonna della Catena, potendo ammirare le bellezze naturalistiche presenti lungo gli argini del corso d’acqua, dove vi sono numerose cascate e laghetti collinari immersi nel verde. Il percorso, lungo circa sette chilometri, porta alla cosiddetta “Guaddara del Drago”, dove è presente una roccia calcarea che, per cause naturali dovute allo scorrere dell’acqua, assume un colore rossastro. Si arriva poi, scalando piccole cascate e laghetti, ai ruderi dell’acquedotto greco-romano, per finire al luogo sacro dedicato alla Vergine della Catena, dove i partecipanti hanno concluso entusiasti il percorso, dandosi già appuntamento per il prossimo anno. Soddisfatto l’assessore al turismo Cosimo Barra per la riuscita dell’iniziativa. Barra ha dichiarato che è in atto la realizzazione di un progetto per la valorizzazione del percorso turistico lungo il fiume Ghiodaro che sarà realizzato entro l’anno.

Leave a Response