Brucia la riviera jonica, ettari di terreno in cenere

La zona ionica della provincia di Messina brucia. In questo ultimo sabato di luglio, caratterizzato dall’afa, si sono registrati numerosi incendi. Il più grave a Forza d’Agrò, dove le fiamme si sono propagate dal costone roccioso del Capo, creando un lunga lingua di fuoco. Per spegnere le fiamme, che hanno lambito il centro abitato, sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Letojanni, con l’ausilio di un canadair. Grande impegno anche per gli uomini della forestale (distaccamento di Savoca), su più fronti. Le fiamme hanno interessato anche i Comuni di Antillo, Mandanici, Itala, Scaletta, Roccalumera e Alì. Centinaia gli ettari di vegetazione ridotte in cenere. Il sindaco di Roccalumera, Gianni Miasi, è tornato ad evidenziare la necessità di un distaccamento dei vigili del fuoco nel comprensorio jonico messinese.

SERVIZIO NEL TG 90 DEL 25 LUGLIO 09

Leave a Response