Spettacoli. E’ calato il sipario sul Taormina Film Fest

TAORMINA – E’ calato il sipario sulla 55. edizione del Taormina FilmFest. La conferenza stampa di chiusura è stata tenuta dalla direttrice del Festival, Deborah Young, e dal sindaco di Taormina, Mauro Passlacqua, presidente del Comitato Taormina Arte. Proprio Passalacqua ha sottolineato come il “FilmFest sia tornato a splendere quanto in passato”. “Si chiude un’edizione straordinaria – ha detto il primo cittadino – che ha riportato la mondanità a Taormina, con presenze davvero importanti. Merito del direttore artistico Deborah Young, che ha lavorato tantissimo per la buona riuscita di questa edizione. Si è aperta una strada che siamo intenzionati a seguire per fare crescere sempre di più il nostro FilmFest, che da questa’anno abbiamo voluto allargare anche ad altre località della Sicilia, con risultati molto soddisfacenti”.
 “Da domani – ha continuato Passalacqua – ci mettiamo al lavoro per programmare le 56 edizione che sarà ancora più importante di quella che si è appena conclusa. Il nostro obiettivo, adesso, è quello di preparare un programma da poter presentare alle più imporanti fiere del turismo. Stiamo profondendo uno sforzo notevole – ha concluso il sindaco di Taormina – per fare fronte alla crisi che nel prossimo biennio, com’è noto, riguarderà l’industria del turismo”. Deborah Young, direttore artistico del Taormina FilmFest, è entusiasta per la riuscita dell’edizione numero 55 e si augura che la prossima edizione sia ancora migliore di quella appena conclusa. “In primo luogo – ha detto la Young – devo ringraziare il sindaco Passalacqua e i componenti del Comitato perché sono stati molto disponibili ed hanno contribuito alla riuscita di questa edizione. Sono anche molto contenta per l’attenzione prestata dai media, il Taormina FilmFest è tornato ad essere un festival di livello internazionale. Lo dimostra la presenza dei numerosi giornalisti francesi presenti. Sono anche contenta perché siamo riusciti ad allargare il nostro festival ad altre realtà siciliane, dove c’è stata una grande risposta di pubblico, in modo particolare a Palermo”.
Quando ai premi, la giuria composta da Ari Folman, Laurent Cantet, e Aimee Mullins ha consegnato il Golden Tauro a ”The long night” di Hatem Alì per la sezione Mediterranea. Miglior regista è Nour Eddine Lakhmari per il film “Casanegra”. Premio speciale della Giuria a “Zrubavel” diretto da Shmuel Beru. Vince la sezione Oltre il Mediterraneo il film “Corso-The last beat” di Gustave Reininger un documentario che ripercorre la vita dell’ultimo poeta beat americano: Gregory Corso. Infine per i Corti siciliani è stato premiato “Lorenzo Vacirca” di Nico Bonomolo.

Leave a Response