Sicilia. Europee, cresce l’Mpa di Raffaele Lombardo

Pdl primo partito in Sicilia. Lo schieramento del Premier Silvio Berlusconi ha raccolto 692.340 voti (36,4%). Subito dietro il Partito Democratico con 415.680 voti (21,9%), La Destra-Mpa-Pensionati, 297.155 voti (15,6%) e l’Udc, 225.964 voti (11,9%). Cresce l’Idv di Di Pietro che si attesta a 135.457 preferenze (7,1%). Poi nell’ordine Sinistra e libertà 40.278 (2,1%), Lista Marco Pannella-Emma Bonino 29.832 (1,6%), Fiamma tricolore 11.690 (0,6%), Lega Nord 5.060 (0,3%), Liberal democratici 3.496 (0,2%). In Sicilia l’affluenza per le europee è stata del 49,2% (2.105.972 votanti). L’Mpa del presidente della Regione Raffele Lombardo, che si presentava insieme ai pensionati e alla Destra di Storace, è diventata la terza forza politica, migliorando anche se di poco il risultato delle scorse regionali, quando aveva ottenuto il 13,9 %.

“Il Mezzogiorno è scomparso dall’agenda del governo” e per questo “la scelta di fare il partito del Sud è incontrovertibile”. Così il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, ha commentato l’esito del voto. Secondo il leader Mpa “la coalizione non ha retto sopra Napoli” e dunque “è il momento di pensare solo al Mezzogiorno. E’ chiaro e incontrovertibile – ha aggiunto Lombardo commentando il dato in forte crescita della Lega nel Nord Italia – che dove c’è l’originale non c’è bisogno di votare la copia”.

Leave a Response