Messina. Concussione, arrestato il magistrato Siciliano

MESSINA – L’ex procuratore aggiunto di Messina, Pino Siciliano, è da ieri agli arresti domiciliari  Il provvedimento cautelare è stata firmato dal gip del Tribunale di Reggio Calabria, Kate Tassone, su richiesta del sostituto procuratore Beatrice Ronchi. A Siciliano sono contestate le ipotesi dei reati  di concussione e tentativo di concussione. Il magistrato, oggi in servizio come sostituto, avrebbe “condizionato” alcune vicende di carattere amministrativo relative a controversie tra il comune di Taormina e due imprese. In un caso, si tratta del contenzioso con l’Impregilo, poi concluso da una transazione, per l’appalto della gestione dei parcheggi. L’altra vicenda riguarda invece la ristrutturazione dell’hotel “Castellammare” di Taormina. La concussione viene invece ipotizzata per un presunto interessamento di Siciliano per far sì che la competenza sulla valutazione di incidenza ambientale delle Zone a protezione speciale interessate dai progetti fosse trasferita dal Comune alla Regione.

Leave a Response