S. Teresa. L’Arma dei carabinieri ospite al Classico

S. TERESA – Nell’ ambito del progetto “Educazione alla legalità”, seguito dalle prof.sse Carmelina Ferraro e Francesca Gullotta, si è svolto presso il Liceo classico di Santa Teresa di Riva un incontro con l’Arma dei Carabinieri, rappresentata dal capitano Giampaolo Greco, comandante della Compagnia di Taormina e dal maresciallo Maurizio La Monica, comandante della stazione dei carabinieri di Santa Teresa di Riva.
Il capitano Greco ha da subito avviato il dibattito suscitando negli studenti grande interesse attraverso un puntuale confronto dialettico. Il senso della legalità è stato oggetto di una profonda analisi che ha messo in evidenza le sue molteplici interpretazioni e la sua importanza ai fini di una piena consapevolezza sui valori della cittadinanza. Non sono mancati numerosi riferimenti alle esperienze personali e all’impegno civico dei protagonisti. In particolare il maresciallo La Monica è intervenuto anche in qualità di rappresentante di una componente attiva del nostro territorio e ha ribadito la sua assoluta disponibilità nei confronti dei giovani. I ragazzi sono stati coinvolti emotivamente nella riflessione condotta dal capitano Greco, da cui è emersa un’idea della legalità intesa come rispetto dell’altro e delle norme della convivenza civile, facendo toccare con mano come lo Stato incarni questo rispetto della libertà individuale e altrui nelle sue varie forme istituzionali. La mafia e qualsiasi altra organizzazione criminale (in particolare quelle che assecondano lo spaccio di stupefacenti), fondate sulla prepotenza e sull’omertà, costituiscono chiaramente la negazione della legalità. Tuttavia il capitano ha manifestato, a conclusione dell’incontro, la sua più completa fiducia nel futuro, giacchè ritiene che la popolazione giovanile abbia in mano tutti gli strumenti necessari a debellare questo cancro della società. Vivo è stato l’apprezzamento del preside prof. Rosario Calabrese, coordinatore del dibattito, e di tutta la comunità scolastica, che ha espresso gratitudine ai relatori per la versatilità e l’efficacia del loro intervento in cui non si sono risparmiati nel prodigare la propria testimonianza.

Leave a Response