La GdF sequestra 160 caschi difettosi per motociclisti

MESSINA – I militari della Compagnia di Messina e delle Tenenze della Guardia di Finanza di Capo d’Orlando e Patti, su disposizione dell’Autorità giudiziaria di Genova hanno sequestrato complessivamente 163 caschi per motociclista difettosi prodotti da due aziende lombarde e distribuiti nel territorio provinciale.
Nelle settimane scorse 20 mila etichette e oltre 25.000 caschi erano stati sequestrati su tutto il territorio nazionale dalla Guardia di Finanza di Genova nell’ambito dell’operazione «Non ci casco».

L’indagine è partita nel 2008 su segnalazione della Procura di Genova e ha interessato due aziende italiane.

I modelli incriminati, che non rispondono ai requisiti previsti dalla normativa ECE – ONU 22 -05, recano i marchi «Stoneline» e «Stone». I numeri di omologazione dei caschi non sicuri sono: E3 052075/P –    E3 052078/J –   E3 052171/J –   E3 052187/P –   E3 0559114/P –
E3 0559177/J –   E24 050004/J – E24 050005/J – E24 050006/J – E24 050007/J –
E24 0500010/J – E24 050106/J – E13 050094/J – E13 050098/J – E13 050103/J –
E13 050120/J –   E13 050133/J – E13 050134/J – E13 050144/J – E13 050164/J –
E13 050192/J –   E13 050193/J.

I caschi sequestrati dalle Fiamme Gialle non hanno superato i test di conformità e non risultano sicuri. Infatti, i prodotti sono risultati completamente deficitari alle prove di assorbimento all’impatto di scalzamento, di marcatura e indicazioni destinate agli utenti.

La Guardia di Finanza invita i possessori a non utilizzarli ed a consegnarli al più vicino Reparto delle Fiamme Gialle, perché mettono in pericolo la propria sicurezza.

Leave a Response