Nizza. In migliaia per l’ultimo saluto a Pietro Casa

NIZZA DI SICILIA – Commozione e tante lacrime oggi pomeriggio per l’ultimo saluto a Pietro Casa, il 31enne di Nizza di Sicilia rimasto vittima domenica scorsa di un incidente stradale a pochi chilometri da Floresta. Il giovane era alla guida di un moto quando, non si sa bene come, ha perso il controllo del mezzo finendo sull’asfalto. E’ morto dopo due giorni di agonia nel reparto rianimazione del Policlinico di Messina. I funerali sono stati celebrati dal sacerdote don Giuseppe La Speme nella piccola chiesa della Madonna Assunta di Nizza Sicilia, che non è riuscita ad accogliere le migliaia di persone arrivate anche dai paesi vicini per dare l’ultimo saluto allo sfortunato giovane. In molti sono stati costretti a rimanere fuori. Accanto alla bara, ricoperta di fiori, sistemata ai piedi dell’altare, la mamma, il papà, le sorelle e la fidanzata di Pietro, distrutti dal dolore. In molti non sono riusciti a trattenere le lacrime. All’uscita della chiesa un prolungato e scrosciante applauso ha accolto la bara, trasportata dagli amici di Pietro Casa. Altro momento commovente quando la bara si è fermata davanti all’abitazione di Pietro dove è stata levata verso l’alto. Poi il corteo, tra due ali di folla, si è snodato lungo la via Umberto I per raggiungere il cimitero. Straziante la separazione dei familiari dalla bara. Proprio oggi Pietro e la sua fidanzata avrebbero dovuto ricevere i primi regali per il loro matrimonio. Si dovevano sposare il 4 giugno, ed avevano messo su casa, si erano comprati i vestiti per la cerimonia. Li attendeva un giorno di grande felicità. Il destino non ha voluto così. Alcuni organi di Pietro Casa sono stati espantietati e trapiantati a due pazienti di Catania e Palermo.

Leave a Response