S. Teresa. Convegno sulle patologie tumorali

S. TERESA – Nella sala conferenze del Palazzo della Cultura di Santa Teresa di Riva ha avuto luogo un incontro dal titolo “La prevenzione delle patologie tumorali”, organizzato dal Liceo Classico E. Trimarchi, nell’ambito del progetto “Scuola e ben-essere-Disperdiamo la dispersione”, in collaborazione con l’associazione “Per te donna” onlus di Messina. Relatore è stato il prof. Giuseppe Altavilla, direttore del Dipartimento di Oncologia e Medicina Specialistica del Policlinico universitario di Messina.
Un pubblico numeroso di studenti, docenti e genitori ha ascoltato un’interessante relazione sull’importanza della prevenzione nella lotta contro i tumori, che ha sfatato il vecchio e falso mito che di tumore si può solo morire, sostenendo che il tumore, invece, è diventato oggi una malattia cronica, con la quale si può convivere.
Ma soprattutto il relatore ha catturato l’attenzione dei ragazzi quando affermava che le cattive abitudini in voga tra i giovani quali fumo, alcool, cattiva alimentazione, sessualità senza regole, spesso possono esporli ad un precoce incontro con la malattia, soprattutto se si è privi di un’adeguata informazione, che è l’arma vincente della prevenzione.
Prezioso è stato anche il contributo dell’Associazione “Per te donna” che nella persona della presidente prof.ssa Graziella Di Blasi ha testimoniato l’esperienza di chi ha vissuto il trauma del cancro al seno, sottolineando l’importanza della prevenzione per una diagnosi precoce; ribadendo che le donne con una corretta informazione e con semplici controlli annuali possono sconfiggere un male grave come il cancro.
L’azione educativa e formativa della scuola, anche in questo ambito, risulta essenziale per favorire l’acquisizione e la messa in pratica di conoscenze e competenze utili per condurre stili di vita sani e longevi. Ancora una volta il Liceo “E.Trimarchi “ di S.Teresa di Riva si mostra attento a sensibilizzare gli studenti e anche le famiglie  su temi di attualità per una crescita non solo didattica ma anche della persona nella sua globalità.

Leave a Response